Le esperienze di morte imminente (EMI): che cosa pensarne?

24 Febbraio 2022

Share on Facebook Share on Twitter Send by mail Imprimer

Le Esperienze di Morte Imminente (EMI) affascinano. Numerosi sono i libri o i film sulle persone che sono state ai confini della morte e che dicono di avere vissuto un passaggio in un « altro mondo ». Le Esperienze di Morte Imminente: che cosa pensarne? Che cosa pensare delle EMI alla luce della fede cattolica? Le EMI sono la morte?

Queste esperienze presentano delle forti somiglianze. Coloro che ne fanno esperienza vivono inizialmente una “scorporazione”, ossia l’impressione di uscire dal proprio corpo. Si trovano successivamente aspirate attraverso un tunnel alla cui estremità scintilla una luce splendente. E molti testimoniano l’incontro con esseri spirituali e in particolare con un « essere di luce » da cui sprigiona un amore infinito.

Che cosa pensare delle esperienze di morte imminente (EMI) alla luce della fede cattolica?

A prima vista queste esperienze « metafisiche » sembrano da un lato compatibili con l’antropologia cristiana che confessa che l’uomo non è solamente un corpo ma anche un’anima. E’ un essere spirituale e immortale.

Inoltre esistono delle EMI positive e delle EMI negative. Nel primo caso, colui che fa l’esperienza incontra un essere personale che è amore e testimonia di uno stato di pace e pienezza che assomiglia allo stato dell’anima in paradiso. l’EMI negativa è invece descritta come orribile e causa di disperazione. I testimoni provano una terribile impressione di solitudine, di cinismo e disperazione, qualcosa di molto simile alla realtà dell’inferno.

Inoltre, coloro che fanno queste esperienze raccontano di avere percepito la presenza dei parenti e testimoniano la permanenza dei rapporti e degli esseri oltre la morte, contrariamente alla credenza nella reincarnazione. Anche questo è in linea con quanto afferma la fede cristiana.

Infine, questi fenomeni trasformano profondamente le esistenze di coloro che le hanno vissute. La vita non sembra più la stessa quando ci si è avvicinati alla morte, e si è gustato un amore ultraterreno, o si è provata la profondità della disperazione. In questo, se consentono di vivere meglio quaggiù nel dono di sé, le EMI costituiscono una pietra miliare luminosa sul cammino verso la vita eterna.

Le EMI sono la morte ?

Tuttavia, bisogna ricordarsi che se queste esperienze si avvicinano alla morte, non sono la morte.

La “scorporazione” è stata vissuta dalla coscienza ma non corrisponde a una separazione reale dell’anima dal corpo, il cui processo è per contro sempre irreversibile. Per questo motivo le EMI non potrebbero costituire una prova definitiva della vita eterna e della vita dopo la morte. Ancor più, la nostra fede non si appoggia su dei segni ma su un avvenimento: la Risurrezione di Cristo.

Don Paul Denizot, Chemin d’éternité n°299.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most read posts

Che cosa è la fraternità di Montligeon ?

La fraternità è il cuore dell’opera di Montligeon. Riunisce tutte le persone raccomandate alla preghiera del Santuario. È anche un’opera di apostolato per tutte le persone impegnate nei gruppi di preghiera. Exxo le spiegazioni di don Martin Viviès al microfono di  Guillaume Desanges in onda […]

Read post

Perché San Giuseppe è il patrono della Buona Morte

Nella basilica di Montligeon, un mosaico rappresenta San Giuseppe in punto di morte, circondato dalla Vergine Maria e da Gesù. Perché San Giuseppe è invocato come patrono della Buona Morte, in particolare a Montligeon ? Tutto, nella vita di San Giuseppe, è fiducia, abbandono e […]

Read post

To see also

Inscription à
la fraternité

>

Continue reading

Messe perpétuelle

Perché la messa perpetua ?

Perché la Messa perpetua ? Sylwia è infermiera nel reparto neurologia e delle urgenze presso l’ospedale di Cracovia in Polonia. Dalla sua infanzia, ha l’abitudine di domandare delle messe perpetue per i defunti. Ma recentemente ella ha scoperto i benefici delle messe perpetue per le […]

Lire l'article

Che cosa c’è dopo la morte? Che cosa dice la fede cristiana?

Cosa c’è dopo la morte? Cosa dice la fede cristiana? Come parla della morte e dell’aldilà? 7 parole per comprendere tutto: morte, giudizio particolare, Cielo,purgayotio, inferno, giudizio finale, rinnovamento cosmico. A cura di don Alban Dyèvre. La morte La morte è « la separazione del […]

Lire l'article
Don Louis-Hervé Guiny, don Guillaume d'Anselme, don Paul Denizot... les enseignements de la Toussaint2021

Pellegrinaggi del Cielo 2021: gli insegnamenti di Ognissanti in replay

Retrouvez les homélies et enseignements de la Toussaint, du jour des morts et des pèlerinages du Ciel 2021.

Lire l'article
Subscribe to the newsletter
X
X