Perdonare a un defunto, perché? Come?

17 Dicembre 2020

Share on Facebook Share on Twitter Send by mail Imprimer

Non è troppo tardi per perdonare a un defunto? Come farlo? Al microfono di Guillaume Desanges per RCF, don Martin ci rassicura: è più facile perdonare a un defunto che ad una persona viva.

A che cosa serve perdonare a un defunto?

I nostri defunti percepiscono tutto il bene che vorrà farsi loro. Non tutto termina quando si muore! La morte è una seconda nascita.

Noi crediamo nel mondo visibile, quello in cui viviamo per alcuni anni e anche nel mondo invisibile, quello degli angeli e della resurrezione futura.

Tutti coloro che sono nell’amicizia di dio sono in comunione gli uni con gli altri. E’ quello che chiamiamo la comunione dei santi.

Le anime del Purgatorio sono passive

Esse non possono più are nulla per se stesse – ma sono nell’amicizia di dio. Poiché sono morte in stato di grazia, nella sua amicizia e avendoGli domandato perdono, Egli le prepara a raggiungerLo un giorno.

Per loro, questa preparazione è una sofferenza ma, al tempo stesso, esse non vorrebbero assolutamente tornare indietro! Si sentono indegne, incapaci di sopportare la sua luce.

Esse possono comunicare con noi, non alla maniera di coloro che sono nella Gloria, a cui Dio attribuisce talora una certa autorità sulla terra. Ma in qualità di amiche di dio, esse possono presentargli quel che desiderano in fondo al cuore per la propria famiglia.

Noi che siamo sulla terra, abbiamo la possibilità di porre degli atti liberi che Dio riconosce come meritori.

Le nostre azioni possono contribuire ad eliminare il male attuale, ma anche quello di cui soffrono i nostri defunti. Dunque, il perdono è loro assolutamente utile.

Come perdonare a un defunto? Si tratta della stessa cosa che perdonare sulla terra?

Sì, perché il perdono non è una emozione. Il perdono non è un sentimento, ma è la decisione di volere il bene di una persona. Che essa sia viva o defunta, non ha importanza. Possiamo vederla come la considera Dio, ossia come suo figlio chiamato un giorno a incontrarLo. Noi possiamo contribuire a questa felicità.

Sulla terra, desiderando profondamente la loro conversione possiamo perdonare a coloro che ci hanno offeso. Purtroppo non è del tutto sicuro che questa riconciliazione sia possibile sulla terra! COn un defunto, è relativamente più semplice. Se egli è morto in stato di grazia, allora il nostro perdono gli fa immediatamente del bene e la riconciliazione è possibile.

In Cielo, defunti che non sopportavamo quando erano in vita sono obbligati a vedere le cose dal punto di vista di Dio, e quindi a fare prova di giustizia. Il nostro perdono può toccarli ed essere efficace.

Volete domandare perdono a un defunto, e anche ringraziarlo? Seguite la guida:

Sostenete il nostro partner RCF nella diffusione del messaggio di Speranza Cristian :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most read posts

Che cosa è la fraternità di Montligeon ?

La fraternità è il cuore dell’opera di Montligeon. Riunisce tutte le persone raccomandate alla preghiera del Santuario. È anche un’opera di apostolato per tutte le persone impegnate nei gruppi di preghiera. Exxo le spiegazioni di don Martin Viviès al microfono di  Guillaume Desanges in onda […]

Read post

Perché San Giuseppe è il patrono della Buona Morte

Nella basilica di Montligeon, un mosaico rappresenta San Giuseppe in punto di morte, circondato dalla Vergine Maria e da Gesù. Perché San Giuseppe è invocato come patrono della Buona Morte, in particolare a Montligeon ? Tutto, nella vita di San Giuseppe, è fiducia, abbandono e […]

Read post

To see also

Inscription à
la fraternité

>

Continue reading

La morte nel Vaticano II

A prima vista, la morte sembra essere la conseguenza di una malattia, di un incidente, o di un invecchiamento che appare ineluttabile. Eppure, la vera causa della morte non è una causa biologica, bensì spirituale. Che cosa dice la Chiesa sulla morte, e più particolarmente […]

Lire l'article

La comunione dei santi, questo tesoro misconosciuto

Che cos’è la comunione dei santi? E’ come una grande banca d’amore che lega il Cielo, la terra e i defunti in purgatorio. Cristo ne è alla testa, e desidera farci partecipare alla salvezza gli uni degli altri. La comunione dei santi è una grande […]

Lire l'article
Don a

Possiamo ancora sperare mentre tutto affonda?

Crises économiques et politiques, drames personnels, deuils, ruptures…, quand tout s’effondre autour de nous, l’espérance nous est-elle d’un grand secours ?

Lire l'article
Subscribe to the newsletter
X
X